sopra le nuvole, il cielo è azzurro


Archive de la catégorie

Liste des articles dans la catégorie i risultati si vedono!.

San Suu Kyi è libera: “Ora è tempo di parlare”

 

“C‘è un tempo per il silenzio e un tempo per parlare”. Così Aung San Suu Kyi, la leader democratica birmana tornata oggi in libertà rivolgendosi alla folla festante che la aspettava davanti casa.

‘‘Domani terrò un discorso, venite” ha aggiunto il premio nobel per la pace, subito dopo la conferma della sua liberazione.
Almeno duemila persone hanno accolto, fuori dalla sua abitazione, la notizia che l’ordine di scarcerazione era stato firmato.

A sessantacinque anni e dopo sette di arresti domiciliari, la leader dell’opposizione al regime militare non ha perso la voglia di lottare per la libertà: “dobbiamo lavorare insieme per raggiungere i nostri obiettivi” ha ribadito, lasciando capire che non abbandonerà la sua battaglia.

Aung San Suu Kyi ha voluto incontrare i suoi sostenitori, non appena i funzionari governativi hanno lasciato casa. Prima di ricevere l’abbraccio della popolazione ha incontrato lo stato maggiore del suo partito, la lega nazionale della democrazia, e il suo avvocato. Testimonianza, questa, che ha voglia di recuperare il tempo perduto e proseguire senza sosta la sua azione politica.

La polizia continua a presidiare i dintorni della sua abitazione e la gente resta in strada pronta a difendere la libertà appena rinconquistata.
Il governo del Myanmar dovrà fare i conti con questa massa consapevole.


EVVIVA EL TORO

 

DA VIRGILIO NOTIZIE

La Catalogna dice no alla corrida, proibita nella regione

Voto dopo raccolta 140mila firme da parte animalisti in 120 paesi

Barcellona, 28 lug. (Apcom) – Il parlamento regionale della Catalogna, in Spagna, ha approvato la proposta di legge che proibisce la corrida. Un’abolizione storica quella decisa dal parlamento regionale che si è espresso con 68 voti a favore, 55 contrari e 9 astenuti. La Catalogna è così la seconda regione spagnola a interdire la corrida dopo l’arcipelago delle Canarie, che lo ha fatto nel 1991. Il voto arriva dopo la presentazione di 140.000 firme raccolte in 120 paesi da parte della Società Mondiale per la protezione degli animali. Presentato da alcuni mezzi di informazione spagnoli come l’ennesima puntata del braccio di ferro politico e culturale fra Barcellona e Madrid, il dibattito catalano non ha fatto che ratificare una tendenza di fatto già in atto da molto tempo: la corrida – icona della cultura spagnola e grande passione di intere generazioni di turisti – sta diventando sempre meno popolare. Un sondaggio condotto nel 2006 rivelò che l’81% dei minori di 24 anni mostrava disinteresse per la tauromachia: identica percentuale fra i trentenni. Ma soprattutto tra gli ultrasessantenni solo il 41% si dichiarava interessato alle corride, chiaro segno di una decadenza culturale. Secondo le cifre fornite dal ministero degli Interni spagnolo nel 2009 si sono svolte in Spagna 891 feste taurine di prima categoria, ben 354 in meno rispetto all’anno precedente: ovvero, in termini di allevamento, un’eccedenza di circa 2mila tori che potrebbero non vedere mai l’arena dato che per regolamento vengono utilizzati animali di età compresa fra i 4 e i 6 anni. Kan-San


PERCHE SMETTERE DI FUMARE

polmonesano.jpgpolmonefumatore.jpg

polmone sano                                     polmone di un fumatore          

 

SE SMETTI CI GUADAGNI DA SUBITO

ENTRO 20 MINUTI

  • si normalizza la pressione arteriosa
  • si normalizza il battito cardiaco
  • torna normale la temperatura di mani e piedi

ENTRO 8 ORE

  • scende il livello di anidride carbonica nel sangue
  • si normalizza il livello di ossigeno nel sangue

ENTRO 24 ORE

  • diminuisce il rischio di attacco cardiaco

ENTRO 48 ORE

  • iniziano a ricrescere le terminazioni nervose
  • migliorano i sensi dell’olfatto e del gusto

ENTRO 72 ORE

  • si rilassano i bronchi, facilitano il respiro
  • aumenta la capacità polmonare

DA 2 SETT. A 3 MESI

  • migliora la circolazione
  • camminare diventa sempre meno faticoso
  • aumenta del 30% la funzione polmonare

DA 3 A 9 MESI

  • diminuiscono affaticamento, respiro corto, sinusite e tosse
  • aumenta il livello di energia generale

ENTRO 5 ANNI

  • la mortalità da tumore polmonare per il fumatore medio (un pacchetto al giorno) scende da 137 per centomila persone a 72. Dopo dieci anni scende a 12 per centomila che é la normalità.

ENTRO 10 ANNI

  • le cellule precancerose vengono rimpiazzate
  • diminuisce il rischio di altri tumori: alla bocca, alla laringe, all’esofago, alla vescica, ai reni e al pancreas.

DIVENTARE CITTADINO DEL MONDO (ECOLOGICO)

 

STOP THE FEVER!


PRODUIT MAGIQUE CONTRE LA MOISISSURE SUR LES MURS-PRODOTTO MAGICO ANTIMUFFA

vivo in un appartamento vecchio, fatto male 50 anni fa, vicino ad un fiume (abbiamo diritto alla nebbiolina TUTTO l’anno) in una zona ex-paludosa.

pertanto io e l’umidità siamo vecchie nemiche per la pelle.

ogni anno dobbiamo pulire i muri (tutti) dalla muffa e dipingere.

pulire i muri dalla muffa significa usare litri di candegina, e vivere con quell’odore infernale nelle narici per almeno tre o quattro giorni. strofinare, spruzzare e ri-strofinare e ri-spruzzare. bleah! emoticone

fatto stà che in seguito ad una ricerca sugli oli essenziali ho trovato alcune varianti della seguente ricetta contro la muffa. l’ho poi elaborata e provata, ne sono felice.

la proporzione è: 1 tazza d’acqua (200 ml), 1 tazza e mezza di aceto di vino bianco, 5 gocce d’olio essenziale di cannella.

mettere il tutto in un di quei spruzzini che fa spisch.

l’olio non è olio nel senso di grasso, ma essendo più leggero dell’acqua non ci si mescola. basterà, quando l’usate agitare ogni tanto lo spruzzino che fa sprisch.

lasciare agire per qualche minuto e passare uno straccio pulito ed asciuto.

una meraviglia! emoticone

non che il muro diventi bianco, ma è pulito e pronto per la pittura. il che, chi mi capisce e lo sa, non è poco.

altra cosa fantastica: l’odore. certo si sente odore di accetto, ma non è tossico come la candegina e sparisce più in fretta (vi consiglio qesta operazione in una giornata ventilata ed asciutta) e personalmente il profumo di cannella mi piace.

emoticone attenzione all’olio essenziale, è un prodotto potente da non usare se ci sono donne incinte o bambini piccoli. se avete dubbi, chiedete ad un esperto (erborista o farmacista).

 

 

je vis dans un vieil appartement, mal fait il y a 50 ans, près d’un fleuve (nous avons droit à une petite brume TOUTE l’année) dans une zone qui fut de marécage.

c’est dire si moi e la moisissure sur les murs on se connait et se déteste!

chaque année nous devons nettoyer (tous) les murs de la moisissure et repeindre.

nettoyer les murs de la moisissure signifie utiliser des litres d’eau de javel et vivre avec cette odeur infernale pendant au moins 3 ou 4 jours. gratter, mouiller, re-gratter et re-mouiller. bleah! emoticone

suite à une recherche sur les huiles essentielles j’ai trouvé plusieurs variations de la recette suivante contre la moisissure. je l’ai élaborée et essayée.

la proportion est: 1 tasse d’eau (200 ml), 1 tasse et demi de vinaigre, 5 goutte d’huile essentielle de cannelle.

verser le tout dans le machin qui fait spisch.

l’huile essentielle n’est pas de l’huile en sens de gras, mais étant plus légère que l’eau, elle s’en mèle pas, il suffira d’agiter de temps en temps le machin qui fait spisch, durant l’utilisation.

laisser agir quelques minutes et passer un torchon propre et sec.

une merveille! emoticone

le mur ne devient pas blanc, mais il est propre et pret pour etre repeint. ce qui n’est pas mal, et ceux/celles qui me comprennent le savent!

autre chose fantastique: l’odeur. sur que l’on sent l’odeur de vinaigre, mais du moins pas toxique comme l’eau de javel et elle disparait rapidement (je vous conseille de toute manière de faire cette opération durant une journée venteuse et sèche) et personnellement j’aime bien l’odeur de la cannelle.

emoticone attention aux huiles essentielle, ce sont des produits puissants à ne pas utiliser s’il se trouve des femmes enceinte ou des petits enfants. Si vous avez des doutes, faites-vous conseiller par un spécialiste.

 

 

ti fidi di più di un prodotto commerciale che di uno artigianale? tu as plus confiance dans un produit commercial que d'un artisanal?

Voir les résultats

Chargement ... Chargement ...

IL TABACCO CHE SALVA DELLE VITE – LE TABAC QUI SAUVE DES VIES

Da un articolo di WIRED, agosto 2009.

Un laboratorio di biotech danese, l’azienda Aresa, ha trasformato le radici di una pianta di tabacco in un sensore per le mine sepolte nei terreni dei paesi dilaniati dalla guerra.

Le radici sono biosensori modificati geneticamente. Ogni volta che entrano in contatto con un ordigno sepolto nel terreno, le foglie verdi diventano rosse.

La modificazione cromatica avviene da tre a cinque settimane dopo la semina, ma solo se nel terreno è presente il biossido di azoto rilasciato dalle mine sepolte.

“Oltre che per scopi umanitari, il risanamento dei territori apre nuove possibilità agricole” spiega Kim Bretting, responsabile delle operazioni nei Balcani. “ Con questa tecnologia, possiamo identificare facilmente le aree da bonificare e riconvertirle in terreno coltivabile”.

 

IL TABACCO CHE SALVA DELLE VITE - LE TABAC QUI SAUVE DES VIES dans i risultati si vedono! mine6

 

D’un article de WIRED, aout 2009. 

Un laboratoire de biotech danois, la maison Aresa, a transformé les racines d’une plante de tabac en un détecteur pour les mines enterrées dans les pays martyrisés par la guerre. 

Les racines sont des senseurs biologique, modifiés génétiquement. Chaque fois qu’elles entrent en contact avec une mine enterrées, les feuilles vertes deviennent rouges. 

Le changement chromatique se fait entre 3 et 5 semaines de la semence, mais seulement si dans le terrain il y a des traces de bioxyde d’azote relâché par des mines.  

“Outre que pour causes humanitaires, la bonification des terrains ouvre de nouvelles possibilités agricoles” explique Kim Bretting, responsable des opérations aux Balkans. “avec cette technologie, nous pouvons identifier facilment les zones qui peuvent etre nettoyées et les transformer en terrain cultivable”. 


ACETO PER TUTTO! o quasi VINAIGRE POUR TOUT! ou presque

Le vinaigre, utilisé par nos grands-mères, pour d’innombrable chose, a été remplacé par des dizaines et des dizaines de produits, modernes, aux emballages invitants , couteux et artificiel- dont l’éfficacité est quelques fois à prouver.

En faisant un tour dans notre supermarché préféré, nous avons à disposition des bouteilles, des flacons, des poudres aux confections criardes (et polluantes) qui nous promettent des merveilles pour la propreté, l’igiène, le parfum, notre pouvoir de séduction, …

Mais il y a un produit qui réunit tout ça (sauf la séduction), il est généralement confectioner dans des bouteilles en verre (la confection plus hygiénique et écologique qu’il existe) et qui permet un usage à tout horizon.

Mesdames et Messieurs…. le vinaigre!

à la place de l’adoucisseur, 2 cuillères à soupe. Non Vous n’en sentirez pas l’odeur, absoluent pas, sinon je ne l’utiliserai pas. Il reste seulement le parfum de l’huile essentielle que j’utilise avec les noix de nettoyage (ou le détersif, si vous voulez vraiment utiliser un tel produit).

Pour tout les objet en verre (fenetres, verres, utto il vetro (finestre, bicchieri, et toute la breloque, ..) eau tiède et vinaigre. Cela fait resplendir le tout.

Contre le feutrage de la laine. Après le lavage, rincer avec eau et vinaigre (10 litres d’eau et deux tasses à café (italien) de vinaigre).

Dans l’eau de rinçage des assiettes/couverts/marmittes/… C’es un très bon dégraisseur et déodorisant(à la place du citron)

Pour nettoyer et faire briller, personne ne le bat.

Vous fumer? MAL! TRES MAL!, mais si vous ne pouvez pas éviter de le faire à l’intérieur, laisser une coupelle remplie de vinaigre, ça déodèrise.

Pour nettoyer les tuyaux de vidanges (moi je le fais chaque semaines) j’ai trouvé cette recette de Raffa, et cela fonctione très bien. Vous mélanger (50-50) du sel fin et du bicarbonate, vous en verser 3 cuillères à soupe dans le trou et verser de l’eau bouillante et du vinaigre.

Pour faire briller les rubinets entartrés, versez directement du vinaigre, nettoyer bien avec une éponge (qui gratte), rincer.

Per fare risplendere i rubinetti incrostati dal calcare, versate direttamente l’aceto, strofinate per bene con una spugnetta e risciacquate .

ça nettoye, ça détartre, ça dégraisse et déodorise le frigo, le four et le lave-vaisselle.

Le vinaigre est une aide alternative, disponible, écologique, économique qui nous aide dans notre lutte contre la polution. emoticone

 

 

5e7149b16b842b98.jpg

 

 

L’aceto, usato dalle nostre nonne, per un infinita di cose, è stato sostituito da decine e decine di prodotti, moderni, dal packaging invitante, costosi e innaturali – dall’efficacia non sempre lampante.

Facendo un giro nel reparto prodotti di pulizie del nostro supermercato preferito, abbiamo a disposizione bottiglie, boccette, polvere dalle confezioni sgargianti (ed inquinanti) che ci promettono meraviglie riguardo alla pulizia, all’igiene, al profumo, il proprio potere di seduzione, ….

Ma c’è un prodotto che raggruppa tutte queste cose (tranne la seduzione), è generalmente confezionato in bottiglie di vetro (la confezione più igienica ed ecologica che ci sia) e che permette un utilizzo ad ampio spettro.

Signori e signore…. L’aceto!

Al posto dell’ammorbidente, 2 cucchiai. E non se ne sente l’odore, assolutamente no, altrimenti non lo userei. Rimane solo il profumo dell’olio essenziale che utilizzo con le noci (biologiche) di lavaggio (o del detersivo, se proprio dovete).

Per tutto il vetro (finestre, bicchieri, gingilli vari, …) acqua calda ed accetto. Fa risplendere che è un bijou.

Contro l’infeltrimento della lana. Dopo il lavaggio, risciacquare con acqua e aceto (10 litri d’acqua e 2 tazzine da caffè di aceto).

Nell’acqua di risciacquo dei piatti/posate/pentole/…. È un ottimo sgrassante e de odorizzante (al posto del limone).

Per pulire e far brillare l’acciaio della cucina, non ha rivali.

Fumate? Beh fate male, molto male , ma se non potete fare a meno di fumare in casa, lasciate una scodellina con aceto, deodorizza.

Per ripulire gli scarichi (lo facci ogni settimana), ho trovato questa ricetta da Raffa, e funziona benissimo. Fate una miscela di sale fino e bicarbonato (50 e 50), versatene nello scarico 3 cucchiai seguiti da acqua bollente e aceto.

Per fare risplendere i rubinetti incrostati dal calcare, versate direttamente l’aceto, strofinate per bene con una spugnetta e risciacquate .

Pulisce, “decalcarizza”, sgrassa e deodorizza le lavastoviglie, il frigo e il forno.

L’aceto è un alleato alternativo, facilmente reperibile, ecologico, economico che ci aiuta nel nostro contributo alla lotta contro il degrado ambientale. emoticone

 


OPERATION FOULARDS BLEUS!

 

 

OPERATION FOULARDS BLEUS! dans diritti umani banniere velours200

 

c’est quoi?

c’est le blog de Bénédicte qui à décidé de sa propre volonté et tete de faire quelque chose de concret pour participé à l’appel de justice des femmes afghanes.

son travail a abouti à un poster, un superbe poster.

bravo à Bénédicte pour sa dédition et à son frère Youri pour le résultat.

maintenant « y a qu’à » trouver de bons contacts pour qu’il puisse parcourir le plus de chemin possible et lancer son message de justice et de paix.

postez-en!

 

 

modarticle5684191.jpg


Amazzonia che maccello – i risultati

Image de prévisualisation YouTube

 

 

di seguito alla campagnia lanciata da greenpeace e alle firme raccolte, ci sono dei risultati!

emoticone

 

AMAZZONIA: PRIMI RISULTATI DELLA CAMPAGNA DI GREENPEACE

Cari cyberattivisti,

sono passate solo due settimane dal lancio del nostro rapporto “Amazzonia, che macello!” e dalla cyberazione con la quale abbiamo chiesto a marchi globali come Geox, Timberland, Clark’s, Adidas e Nike di non acquistare pelle che proviene dalla distruzione dell’Amazzonia. In queste due settimane sono successe diverse cose di cui ho piacere di mettervi a parte e Greenpeace ha già ottenuto dei successi importanti: vi chiedo quindi di leggere quanto segue, e, se possibile, di continuare a sostenerci, magari anche con una donazione.

In seguito alle denunce di Greenpeace, l’International Finance Corporation, l’agenzia della Banca Mondiale che sostiene gli investimenti privati nei Paesi in via di sviluppo, ha cancellato il prestito di 90 milioni di dollari concesso al gigante brasiliano Bertin. Come dimostriamo nel rapporto, questa azienda acquista carne e pelle da allevamenti illegali in Amazzonia, deforestando, occupando territori indigeni e impiegando i lavoratori come schiavi.

La giustizia brasiliana ha aperto un’indagine e si appresta a richiedere a Bertin e ai proprietari degli allevamenti illegali un indennizzo milionario per danni ambientali. Le principali catene di supermercati in Brasile – come Wal Mart, Pao de Azucar e Carrefour – hanno cancellato i propri contratti con Bertin in seguito a una azione civile del Ministerio Publico Federal, che ha imposto multe di circa 200 euro per ogni chilo di carne proveniente dalla distruzione dell’Amazzonia
.

Anche in Europa, Greenpeace ha lavorato perché il rapporto e le nostre richieste vengano presi considerazione dalle aziende coinvolte. Di seguito la situazione nel momento in cui ti scrivo:

Geox: dopo l’azione diretta a Milano, abbiamo incontrato Geox nella nostra sede, presentando una lista di punti da chiarire e obiettivi da rispettare; l’azienda si è impegnata a rispondere entro cinque giorni a partire da oggi.

Clark’s: continua a non rispondere alle richieste di Greenpeace, nonostante abbia inviato a tutti quelli che hanno partecipato alla cyberazione una mail nella quale, mentendo, asserisce di averci cercato per trovare una soluzione.

Adidas, Nike e Timberland: hanno partecipato a un incontro insieme a Greenpeace e Bertin nel corso del quale si sono detti sensibili ai problemi sollevati dal nostro rapporto; dall’incontro, però, non è ancora scaturito nessun tipo di impegno formale.

Noi, e spero anche voi, crediamo invece che Clarks, Geox, Nike, Timberland, Adidas e Reebok debbano interrompere immediatamente i loro rapporti commerciali con le aziende che deforestano, fanno uso di lavoro schiavile e occupano territori indigeni.

Queste aziende devono decidere se vogliono essere parte del problema o parte della soluzione. E anche voi potete fare la vostra parte per convincerle a prendere la decisione giusta. Come? Partecipando alla cyberazione, se non l’avete già fatto, e inviando questo messaggio ai vostri amici!

Continueremo a tenervi informati su quanto facciamo e riusciamo a ottenere per la difesa dell’Amazzonia e delle foreste in genere. Vi ricordo che questo è l’anno della Conferenza di Copenhagen, nella quale si decideranno le misure per combattere i cambiamenti climatici. E niente come le foreste antiche svolge un ruolo positivo per stabilizzare il clima del pianeta.

Amazzonia che maccello - i risultati dans ecologicamente parlando chiara

Chiara Campione
Responsabile campagna Foreste

 

 

Le gouvernement brésilien et de nombreuses grandes marques complices du massacre de l’Amazonie

 

FranceParis, le 10 juin 2009 – Après 3 années d’enquête détaillée au cœur de la filière de l’élevage brésilien, Greenpeace publie un rapport en forme de réquisitoire contre ce qui est le 1er moteur actuel de la déforestation au Brésil et dans le monde. Ce rapport démontre l’urgence d’actions – à tous les niveaux – sur la filière bovine brésilienne pour préserver la forêt amazonienne et le climat.

ici le dossier complet

 

les premiers résultats suitent à l’action entreprise par GREENPEACE se font voir!

continuons notre action!


ecoblog le blog éco |
Néolibéralisme & Vacuit... |
Maatjes en bier |
Unblog.fr | Créer un blog | Annuaire | Signaler un abus | cfdt trecia
| BARAKA
| Opposition à Center Parcs