sopra le nuvole, il cielo è azzurro



Campania, emergenza rifiuti

 

Campania, emergenza rifiuti

21/10/2010 – Il WWF sulla gestione dei rifiuti in Italia dichiara: « Il nostro Paese viaggia pericolosamente contromano »

“I cittadini meritano il coinvolgimento in scelte responsabili e non l’imposizione con la forza di soluzioni sbagliate. L’emergenza campana potrà essere risolta solo quando si comincerà a programmare soluzioni tecniche serie, percorribili e in linea con le politiche comunitarie di settore – dichiara Stefano Leoni Presidente del WWF commentando gli episodi di tensione di questi giorni in Campania -  Finché si continuerà a parlare solo di discariche e inceneritori, come ha fatto finora il Dipartimento della Protezione Civile e gran parte della classe politica, si otterranno solo disordini e proteste. Mentre la nuova legge sui rifiuti impone obiettivi di riduzione della loro produzione e obiettivi di recupero di materia perlomeno dal 50% di quelli prodotti, in Campania non viene sostenuta alcuna politica di sviluppo legato a questi settori”.

“Ma la situazione, incentivando inceneritori e discariche, non potrà che peggiorare ulteriormente provocando  più impianti di servizio e meno recupero di materia dai nostri rifiuti – continua Leoni -  Quello che il Governo, infatti, non esplicita chiaramente è che l’Italia è il terzo stato europeo tra quelli che posseggono il più alto numero di inceneritori di rifiuti e non “brilliamo” certo tra i paesi europei nel recupero della materia”.

E’ tutto il contrario di quello che ci chiede l’Unione Europea. Siamo giunti al paradosso che le nostre imprese del riciclo importano – tranne che per la carta – rifiuti selezionati da altri stati. Continuando in questo modo dobbiamo attenderci altre emergenze, molto più difficili da risolvere. Fra l’altro assistiamo ad assurde decisioni come quella assunta lo scorso agosto, su segnalazione del Ministro degli Interni, di sciogliere il Comune di Camigliano nel casertano, che ‘viaggiava’  verso il 70% di raccolta differenziata, ‘reo’ di non aver aderito alla provincializzazione della gestione dei rifiuti!.”

Il caso Tersigno, per approfondire >>


Laisser un commentaire

ecoblog le blog éco |
Néolibéralisme & Vacuit... |
Maatjes en bier |
Unblog.fr | Créer un blog | Annuaire | Signaler un abus | cfdt trecia
| BARAKA
| Opposition à Center Parcs